Operazione Idigov, come il Partito Radicale ha sconfitto la Russia alle NU, Giovedì 9 ottobre

idigovPRESENTAZIONE DI “OPERAZIONE IDIGOV, COME IL PARTITO RADICALE HA SCONFITTO LA RUSSIA DI PUTIN ALLE NAZIONI UNITE”,

GIOVEDI 9 OTTOBRE ORE 18:30 AL NARDINI BOOKSTORE ALLE “MURATE”, in collaborazione con l’Associazione radicale Andrea Tamburi.

Nella primavera del 2000 la Federazione russa di Vladimir Putin chiese l’espulsione del PR dalle Nazioni Unite per aver fatto parlare davanti alla Commissione diritti umani dell’Onu il parlamentare ceceno Akhyad Idigov. Il 18 ottobre, ad appena 48 ore dall’assassinio di Antonio Russo, ucciso a Tbilisi mentre per Radio Radicale raccontava la guerra di Putin in Cecenia, si tenne a Ginevra la riunione decisiva.

Marco Perduca racconta nel libro come l’unico Partito politico riconosciuto all’Onu come organizzazione non-governativa sia riuscito a suscitare il sostegno di decine di paesi non solo per se stesso ma anche per quello che negli anni esso ha rappresentato all’Onu: un partito al servizio dei silenziati e degli oppressi di mezzo mondo.

Interverranno: Riccardo Migliori, Marco Taradash, Massimo Lensi e l’autore Marco Perduca.

MARCO PERDUCA
————————–——
Senatore Radicale dal 2008 al 2013 in Commissione esteri e giustizia e segretario della Commissione speciale per la tutela dei dritti umani del Senato della Repubblica. Prima di una breve parentesi come consulente alla Farnesina dal 2006 al 2008, Perduca ha rappresentato il Partito Radicale alle Nazioni Unite tra New York, Ginevra e Vienna – responsabilità che ha ripreso dall’inizio del 2014. Per due anni è stato il coordinatore del gruppo italiano della Ong Parliamentarians for Global Action ed è membro dei consigli direttivi di Nessuno Tocchi Caino e Non c’è Pace senza Giustizia. Ha un blog su HuffingtonPost.it e su twitter è @perdukistan.

Marco Taradash
————————–
Consigliere regionale in Toscana per NCD. E’ stato militante e dirigente radicale dalla fine degli anni 70, cura per anni “Stampa e regime” la rassegna stampa di Radio Radicale che conduce ancora oggi ogni sabato. E’ segretario del CORA nel 1990 e in quello stesso anno viene arrestato a New York con Emma Bonino per un’azione di disobbedienza civile contro le politiche proibizioniste sulla droga allora incarnate dal sindaco Rudolph Giuliani. Parlamentare europeo nel 1989, è deputato radicale nel 1987, nel 1992 e nel 1994, anno in cui ricopre il ruolo di presidente della Commissione di vigilanza Rai. Nel 1996 è rieletto alla Camera nelle liste di Forza Italia. Dal 2013 aderisce al Nuovo centrodestra.

Massimo Lensi
————————-
Dirigente radicale e membro del Consiglio Generale del PRT dal 1988 al 2002. Nel 1988 è espulso dalla Cecoslovacchia e dalla Yugoslavia a seguito di manifestazioni nonviolente. Dal 1989 al 1999 opera stabilmente, da Budapest, con le opposizioni democratiche nell’Est Europa e nei Balcani; visita India, Nepal, Tibet, Pakistan, Cambogia, Vietnam, Laos, promuove le campagne del PRT per la libertà del Tibet e contro gli arresti e le torture inflitte alle opposizioni democratiche nel Sud Est Asiatico. Nel 2001 viene messo agli arresti in Laos durante una disobbedienza civile. Membro del Consiglio Provinciale di Firenze dal 2004 al 2014. Nel 2008 viene eletto consigliere comunale a Campi Bisenzio (FI). Ha scritto “Indocina Libera” (edizioni Libri Liberal, 2003).

Riccardo Migliori
————————–
Deputato per quattro legislature eletto nelle liste prima di Alleanza Nazionale e poi del PdL, dal 2006 è membro dell’Assemblea Parlamentare dell’Osce di cui è eletto Presidente nel 2012. Alla guida dell’AP dell’Osce prende parte a numerose missioni di osservazione elettorale nei paesi dell’ex blocco sovietico tra cui la Federazione russa e le repubbliche della ex Jugoslavia ed è promotore di conferenze come “Il ruolo della CSCE-OSCE e dei Movimenti di resistenza civica nel crollo del muro di Berlino e nella fine dell’Unione Sovietica” e “La protezione delle minoranze nazionali: le raccomandazioni di Bolzano e la politica dell’OSCE”. Attualmente è iscritto al Nuovo centrodestra e responsabile dei Comitati interparlamentari dell’Istituto Italiano per l’Asia e il Mediterraneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *